I lavori più assurdi sono sul Web

In tempo di crisi, l’importante è reinventarsi e soprattutto avere fantasia. Ed è sicuramente meglio un lavoro curioso che passare tutta la vita a casa con mammà.

Se di qualche giorno fa è la notizia di un’insegnante precaria che è entrata in ruolo a 63 anni (Quotidiano.net), c’è anche chi ha meno “fortuna” e deve rassegnarsi a qualche lavoro assurdo, di cui il Web sembra un coacervo di proposte.

A Bari, ad esempio, si cerca un moderatore per assemblee condominiali di “almeno un metro e ottanta, muscoloso e conoscitore di arti marziali; puo’ andar bene anche ex pugile”.
A Roma un fotografo è alla ricerca di “una ragazza strabica per servizio fotografico”, mentre a Palermo si cerca “un giovane attore, massimo 24 anni, di corporatura abbondante con la faccia da tonto”.

Spesso l’età diventa requisito fondamentale, ma i pareri sono contrastanti: a Rovigo si cerca infatti un “operaio max 25 anni, astenersi ultra trentenni perchè avete perso la voglia di lavorare”, mentre a Cremona si cerca l’esatto contrario: “operaio minimo 40 anni perchè i giovani non hanno voglia di far niente”.

Perfino le inclinazioni sessuali, a volte, possono fare la differenza. Un padre cerca infatti un insegnante di latino per la figlia, ma deve essere o donna o omosessuale.
A verificare, probabilmente, ci penserà lui.

Share Button

6 commenti su “I lavori più assurdi sono sul Web

  1. @Andy che espressione delicata.
    Il mio ex era un grande sostenitore degli espurgo pozzi neri. Diceva che l’unica cosa che al mondo non mancherà mai è la m****

  2. bè alcuni lavori non sono male. io non sono strabico ma cicciottello…. comunque come modello vado benissimo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *