Social: dal terrorista ucciso al buonsenso che latita

La polemica italian style sulla medaglia rifiutata dalla Germania agli agenti di Sesto San Giovanni che uccisero il killer di Berlino dovrebbe essere preceduta da una riflessione sull’utilizzo che facciamo dei social network…

Share Button

Libera dieta in libero Stato

Sono convinta che ci si possa opporre alla violenza sugli animali senza sfociare nella deviazione, eppure gli episodi ormai quotidiani di fanatismo vegano mi danno torto…

Share Button

I giornali non contengono olio di palma

Ormai la creatività pubblicitaria si è messa al servizio delle 4 paroline magiche: “Senza olio di palma”.
Il trend è così evidente che anche un edicolante ha pensato di adeguarsi…

Share Button

Renzi e quel futuro un po’ scopiazzato

“Il futuro, prima o poi, ritorna”… Sempre che se ne fosse mai andato. Ma urge reinventarsi, rinnovarsi… E pare proprio che a Renzi non sia venuto in mente niente di meglio che aprire un blog…

Share Button

Nessuno si presenta a lezione, e il prof twitta

Sei un docente universitario, ma nessuno si presenta alla tua lezione. Cosa fai?
Di certo Adam Heath Avitable non si è perso d’animo e ha trasformato la sua esperienza in opportunità…

Share Button

Hotel Rigopiano: la tragedia attraverso Twitter

La tragedia dell’hotel Rigopiano vista da Twitter, ancora una volta prima fonte di informazione, mischiata al tanto rumore di fondo dei polemici di professione

Share Button

Ciao, skater dei cieli

Il valore di ogni istante, nella centrifuga della vita, lo si percepisce sempre “dopo”, quando ci si abbandona al ricordo di quelle normali giornate speciali, tanto lontane nel tempo quanto nitide nella memoria…

Share Button

L’agonia della lingua italiana in politica

Altro che scie chimiche, il vero complotto è contro la lingua italiana che, ogni giorno, viene vilipesa, maltrattata, deturpata e ferita a morte dai politici italiani…

Share Button

Il caso Washington Post e il miracolo Bezos: il giornalismo è vivo

Mentre in tutto il mondo l’informazione è in crisi, i giornali non vendono e i giornalisti vengono licenziati, negli Stati Uniti il Washington Post compie un miracolo che fa riflettere (e sperare)

Share Button