Facebook non è un gioco!

Anni fa avevo ironizzato sull’articolo di una testata locale che diceva: “Attenzione: tutto quello che viene pubblicato su Facebook finisce online”…

Share Button

Onorevoli Pd a scuola di Facebook

Certo, se devono tenere il passo con il loro leader, che dai social network sembra essere addirittura ossessionato, i parlamentari del Pd non hanno altra scelta se non quella di rimboccarsi le maniche ma, soprattutto, esercitare i pollici…

Share Button

Twitter può rilevare i disordini prima della polizia

Twitter non è solo un canale essenziale per aggiornarsi in tempo reale e raccogliere segnalazioni: è l’unica piattaforma in grado di dare una reale copertura di episodi di cronaca o crisi sociale…

Share Button

Web, marketing e politica: la disfatta di Renzi

Nonostante l’abilità nel proporsi, Renzi è ormai del tutto a corto di idee ma, soprattutto, gli manca una visione che gli consenta di creare una community di sostenitori…

Share Button

La multa dell’Ue a Google, spiegata bene

La Commissione Europea ha multato Google per 2,4 miliardi di euro con l’accusa di abuso di posizione dominante, ma il motivo non risulta molto chiaro così come è riportato dai vari servizi di informazione…

Share Button

Pubblicità: la differenza tra bellezza e sessismo

Ci risiamo.
Le città vengono tappezzate con manifesti di una gnocca seminuda e un gruppetto di meticolose femministe grida allo scandalo…

Share Button

Dozza: quando l’arte diventa social

L’Italia è piena di angoli suggestivi, scorci pittoreschi, piccoli gioielli incastonati fra le pieghe del paese più bello del mondo…

Share Button

La condanna di Schettino e la stortura italiana

La storia del naufragio della Costa Concordia non è la storia di un incidente ma quella della manovra scellerata di un comandante codardo che si è dato alla fuga su una scialuppa…

Share Button

La bagarre PD-M5S ha cotto il razzo

E’ solo l’ultimo episodio di una lunga serie di strumentalizzazioni irresponsabili, che svilisce la qualità del confronto, creando una divisione insanabile nel popolo italiano…

Share Button