Pubblicità Nutella a rischio

Grazie agli assenti al Parlamento europeo, è passata una legge secondo la quale è l’Europa a decidere se un prodotto può essere pubblicizzato o meno.

La commissione europea sta definendo un profilo nutrizionale generale per la grande maggioranza degli alimenti secondo cui per ogni 100 grammi di prodotto, non ci possono essere più di 10 grammi di zucchero, quattro grammi di grassi saturi e due milligrammi di sale.

Peccato che dolci con queste caratteristiche non ne esistano e che quindi, se queste soglie venissero introdotte, prodotti dolciari come la Nutella rischiano di non poter essere pubblicizzati con dichiarazioni riguardanti la salute o le sostanze nutritive, e magari un giorno sulla Nutella troveremo una bella etichetta con scritto: “Attenzione, questo prodotto favorisce l’obesità”.

Ma uno avrà il diritto di alimentarsi come gli pare?
A un mio amico i Baci Perugina scatenano irritazioni intime. Vogliamo scrivere anche questo sull’etichetta? “Pericolo grattamento zebedei”, e siamo tutti avvisati.

Share Button

16 commenti su “Pubblicità Nutella a rischio

  1. Un rapido calcolo: se McDonald e Cocacola non possono più far pubblicità quanto perderanno giornali, tv e manifestazioni?
    Bel colpo…

    🙂

  2. @TylerDurden hai assolutamente ragione, qui si rischia di mandare in crisi l’economia per la seconda volta, la legge non passerà mai

  3. @ Vincent:

    sai…. ci son cose chiamate “lobby”+ che magari s’incazzano un cicinino se solo ti azzardi a schiacciargli i piedi…

    🙂

  4. @ Ketty:

    Attualmente il gruppo Ferrero si colloca al 4º posto per fatturato fra le industrie dolciarie mondiali, dopo Nestlé, Kraft Foods e Mars… (da Wiki)

    …e sempre da Wiki si evince che Ferrero S.p.A. è posseduta al 100% dalla “P.Ferrero & C.”, che fa capo a sua volta alla capogruppo Ferrero International SA che ha sede in Lussemburgo…

    basta?
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *