La fine degli anni zero

Gli anni zero sono quelli che vanno dal 2000 al 2009 e che termineranno tra pochi giorni, dando il via agli anni dieci. Ne parla Maria Laura Rodotà, facendo il verso a Raf, in un articolo pubblicato su Il Corriere: “Cosa resterà di questi anni zero?”.

La risposta è immediata nelle menti di tutti: l’attentato alle Twin Towers, ma anche la grande crisi che ha messo in ginocchio il mondo intero, e il primo presidente americano nero della storia.

Per qualcuno forse sono stati gli anni del Grande Fratello, di Sex and the City e Ligabue.

Di sicuro sono stati all’insegna di Internet e tecnologia, quelli dell’iPhone, di Google, della grande rivoluzione del Web 2.0, di YouTube, di Facebook: quelli in cui abbiamo cazzeggiato e ci siamo fatti gli affari degli altri come non mai, quelli delle richieste di amicizia, dei tag e della spam.

Non ci resta che chiudere il decennio: Viagra, Vicodin o Valium?

Share Button

20 commenti su “La fine degli anni zero

  1. credo che purtroppo per molti di noi questo decennio venga ricordato soprattutto per l’ultimo triste anno, il lavoro perso, la disoccupazione, il futuro incerto

  2. Caro Bambino Gesù, quest’anno Ti sei portato via il mio cantante preferito; Michael Jackson, il mio attore preferito; Patrick Swayze, la mia attrice preferita; Farrah Fawcett, il mio presentatore preferito; Mike Bongiorno, la mia poetessa preferita; Alda Merini!!! Volevo dirTi che il mio politico preferito e’ Silvio … Berlusconi… e che l’anno non e’ ancora finito !. AUGURI DI BUON ANNO!

  3. il 2004 è l’anno in cui ho lasciato l’italia, che ora seguo praticamente solo attraverso questo blog. la migliore scelta della mia vita

  4. anno in cui ho perso lavoro e moglie. avete notato che quando ve la passate male nessuno vuole più starvi vicino?

  5. le novità internet assolutamente, cioè ci sono eventi che rimangono nella memoria ma nessuno di noi c’era li abbiamo solo visti in tv. internet google youtube sono cose che usiamo tutti i giorni soprattutto i social hanno cambiato la nosta vita

  6. Negli anni zero c’è stata un’esplosione di ritmi latini prima quasi sconosciuti, anche se non si può dire che il fenomeno sia stato di massa. Grazie a Dio 🙂

  7. Boh io la salsa l’ho iniziata a ballare all’inizio degli anni 90 e persino Ry Cooder e “Buena Vista social Club risalgono al 1996 ma è una riscoperta degli anni ’50.
    Un genere proprio made in anni zero però non mi viene in mente!

  8. Diciamo che negli anni 90 era una musica per un certo tipo di orecchie, ma secondo me la vera moda è scoppiata negli anni zero, che in effetti a livello di musica commerciale non si differenziano granchè dagli anni 90, almeno per quanto riguarda i grandi successi… difficile ascoltare un pezzo di quest’anno e collocarlo in un periodo musicale preciso, soprattutto i tormentoni

  9. piu che altro negli anni zero è cambiato il modo di fruire la musica regolarmente scaricata dal web in mp3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *