Bagnoschiuma al cioccolato e marketing della demenza

Periodo di regali e di notizie che li riguardano.
Pare che quest’anno il 26% delle persone abbia riciclato i regali perchè non erano adatti, erano doppi o non piacevano.
Sfido io, con la roba che si regala!

Ieri sera ero fuori con una mia carissima amica quando ci hanno raggiunto altre 3 sue amiche per portarle in regalo il sogno proibito di ogni donna: un bagnoschiuma al cioccolato (io avrei preferito il calendario di Brad Pitt).

Lì per lì ho pensato che fosse cibo: una bottiglietta di cioccolato liquido da versare magari sul gelato o qualcosa di simile.
Fortuna che l’etichetta ne spiegava la funzione: “Tuffarsi in un mare di cioccolato non è un sogno proibito! Per la gioia di coinvolgere tutti i sensi, un impareggiabile bagnodoccia … che emoziona ogni volta che lo usate con un aroma golosissimo: perchè fare il bagno diventi il momento più appetitoso della giornata”.

Un perfetto esempio di marketing della demenza per un prodotto che solo una donna potrebbe comprare (o regalare). Un uomo al limite comprerebbe un bagnoschiuma al ragù.

Share Button

10 commenti su “Bagnoschiuma al cioccolato e marketing della demenza

  1. Be’, ho visto di molto peggio… il bagnoschiuma al cioccolato, dopo tutto, non è male! A me una volta hanno regalato un grattugia-formaggio elettronico, che per grattugiare un mg di formaggio ci metteva un quarto d’ora…
    gatta susanna

  2. personalmente, visto che questo periodo dell’anno mi tocca profondamente, se dovessi sceglere una profumazione per il mio docciashiuma opterei per un raffinato “lenticchie e cotechino”

  3. Ma un bagnoschiuma al cioccolato non fa venire fame? Voi donne poi che siete perennemente a dieta….

  4. ah ah ah … ho riso 1/4 d’ora immaginandomi a fare la doccia con un bagnoschiuma al ragù (magari con la stessa consistenza)…. scusate a me basta poco 😉

  5. Ma il cioccolato anzichè regalarlo nel bagnoschiuma non sarebbe meglio spalmarlo direttamente sulla persona? 😉

  6. le donne fanno proprio regali assurdi. noi uomini non ci regaliamo niente: evitiamo aspettative, brutte figure e soprattutto regali inutili. meglio di così!

  7. ma a voi se vi regalano un bagnoschiuma o del sapone in generale non vi sembra un messaggio subliminale? del tipo LAVATI? non so, è un po’ come se vi regalassero una confezione gigante di mentine 🙂

  8. Oggi non è sufficiente lavarsi anche se ad alcune persone bisognerebbe spiegare che la conservazione del proprio corpo non è più semplice “negandogli” una doccia al giorno, ma questo è un altro discorso …
    Oggi evidentemente non ci basta più lavarci con il sapone come si faceva una volta e punto ma alcuni di noi vogliono essere trasportati per il tempo di un bagno o una doccia in un altro mondo, dove l’olfatto o la vista vengono coinvolti in un turbinio di odori e colori … poi non meravigliatevi se quando andate in giro delle persone (uomini prevalentemente) vi guardano come se foste un cioccolatino da scartare, non sono dei maniaci state tranquille è solo colpa o merito del vostro bagnoschiuma al cioccolato o allo zucchero filato.
    un consiglio tornate al tradizionale eviterete per lo meno di far venire il diabete alle persone 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *